Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Chi si prende cura dei beni comuni?

La villetta Falcone e Borsellino è nel degrado. In una zona ad alta intensità abitativa dove gli spazi comuni sono pochi, la cura dei luoghi comuni è importante

| di Antonia Schiavarelli
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

La villetta Falcone e Borsellino è nel degrado. Il laghetto è oramai una pozza di acque putride, pieno di rifiuti e carcasse di pesci e altri animali morti, il chioschetto andato a fuoco un anno fa è diventato un punto di ritrovo di disperati in cerca di un luogo per "farsi". Ne rimangono le tracce tra i resti dei locali oramai in abbandono.

Dopo la richiesta pressante di un intervento da parte di Patrizia De Rosa e Stefano Moretti dell'Osservatorio Antimafia, il comando della Polizia Locale ha posto un nastro a delimitare l'area. Nessuna azione ulteriore sembra sia stata posta in essere per il recupero dell'area.

La zona, che conta diverse migliaia di residenti, è l'unico polmone verde presente, molto frequentato dai cittadini lì residenti anche grazie alla presenza del mercato che vi si svolge. La riqualificazione dei luoghi di condivisione ed incontro sociale è fondamentale, affinché anche aree ad alta densità abitativa rimangano luoghi dalla buona vivibilità. La bellezza dei luoghi, inizia dalla cura dei beni comuni, ma dei beni comuni chi se ne dovrebbe occupare?

Ne abbiamo parlato con Stefano Moretti. Di seguito l'intervista e le immagini dell'area.

Riprese e Montaggio di Francesco Celauro

 

Antonia Schiavarelli

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK