Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Colpo di pistola esploso contro la vetrina di un negozio, indagini aperte

L'episodio in corso Mazzini riporta in alto, a Vasto, la 'questione sicurezza'

Condividi su:

Nella vetrina del negozio specializzato in articoli per animali c'e' un grosso foro: lo ha provocato un colpo di pistola, verosimilmente di grosso calibro, esploso la notte scorsa.

Ancora sconosciuto chi ha tirato il grilletto.

E' successo la notte scorsa in corso Mazzini, dove ignoti hanno preso di mira l'attività commerciale. Gesto voluto o casuale tiro al bersaglio?

E' quanto cerca di capire la squadra anticrimine del Commissariato di Vasto, che, stamane, ha sentito la titolare del negozio. La donna avrebbe dichiarato di non avere sospetti. Ecco allora che le indagini si fanno complicate: aiuteranno le telecamere della videosorveglianza, pubblica e di privati? Vedremo.

Fatto è che quanto accaduto ha riportato alto, a Vasto, il clima di insicurezza: quante armi da fuoco ci sono in giro? Interrogativo che si abbina all'altra domanda di 24 ore prima: a cosa servivano i due fucili e le munizioni trovate nella villetta di Monteodorisio con annessa piantagione di cannabis? Un clima che torna a farsi pesante, dunque, a cui non giova il nuovo raid vandalico sulle vie panoramiche del centro: fioriere distrutte e danni per migliaia di euro. Qualcuno, sul web, ormai parla apertamente, di Far Wast.

"E la politica tace", accusa Riccardo Alinovi, portavoce di Codici: "Inviterò a Vasto Roberto Saviano - dice - per insegnarci come si fa a non far attecchire il crimine. Prima che sia troppo tardi".

Condividi su:

Seguici su Facebook