Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

“E tu perché mi insulti”

il Club Alpino Italiano di Vasto ha organizzato due eventi in occasione della giornata internazionale della donna

Condividi su:

La violenza fisica e/o psicologica sulla donna è un fenomeno purtroppo molto più diffuso di quello che si pensa, anche nella nostra epoca. Ogni donna ha subito direttamente questi eventi o ne è stata la semplice confidente di amiche, conoscenti, sorelle, e/o altre donne a volte conosciute anche per caso. La prima sensazione che si prova in questi casi è quella della impotenza.  È un meccanismo perverso che a volte vede come carnefici complici altre donne. Classico è la mamma o la suocera che hanno subito a loro volta questi eventi.

In questo faticoso percorso di sensibilizzazione sulla violenza sulle donne si colloca l’iniziativa del Cai Di Vasto che vuole in questo modo prendersi cura del territorio dove è inserito e diffondere i valori etici della montagna . 

In particolare il 7 marzo alle ore 18.00,  in via delle Cisterne n.4 ha organizzato un incontro con Giovanna Buonanno, nota pedagogista, e Licia Zulli del centro Donna Attiva, con brani scelti e letti da Raffaella Zaccagna e intermezzi musicali del COROCAI, a cura delle socie Lucia Tomasi, Mirella Frasca, Leontina D'Orazio e Angelica Sabatini.

L’ 8 marzo 2015, ci sarà un escursione sul Sentiero Mirella La Palombara, che collega le due Riserve Naturali Regionali di Punta Aderci e Bosco di don Venanzio.

Condividi su:

Seguici su Facebook