Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Palme morte e nuove piantumazioni sulla riviera: 'Il Comune trovi un accordo con i privati'

'Moncherini' sul lungomare e non solo, l'intervento dell'ex sindaco Tagliente

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Lettera-appello al sindaco Luciano Lapenna ed ai responsabili dei sodalizi turistici cittadini da parte di Giuseppe Tagliente, ex consigliere regionale e primo cittadino a Vasto dal 1994 al 2000.

Oggetto dell'intervento le palme morte a Vasto Marina e, di conseguenza, la necessità di non poter più differire una consistente (ed anche dispendiosa sul piano economico) opera di eliminazione e sostituzione.

“Non so perché – scrive Tagliente -, m’è venuta l’idea di contare quante sono le palme morte alla Marina, in particolare quelle sul lungomare e viale Dalmazia. L’ho fatto e sono rimasto sbalordito come spesso accade di fronte alla cruda realtà dei numeri: sono oltre 100, 103 per la precisione, cioè la quasi totalità delle piante. Un numero impressionante che giustifica l’immagine greve, triste, sconsolata, degradata che ha preso il posto di quella vacanziera, turistica, allegra, ridente, accattivante che Vasto offriva sino a qualche anno fa. Come presumo abbiano già fatto in tanti di fronte a questo spettacolo di desolazione e di morte – aggiunge -, mi sono chiesto perché l’Amministrazione comunale rimanga ancora inerte e non senta la necessità di porvi riparo, cominciando a rimuovere gli angoscianti, impressionanti moncherini rimasti refrattari ai pochi ed isolati interventi di rivitalizzazione che hanno avuto soltanto l’effetto di rinviare soluzioni più logiche. Problema di soldi, di mancanza di risorse finanziarie? Ammesso che il problema sia questo, visto che Lapenna ha preso l’abitudine di giustificare le sue insufficienze (e inadempienze) piangendo miseria ad ogni piè sospinto, mi permetto avanzare al sindaco una modesta proposta che potrebbe forse tornare utile per rimettere a dimora nuove piante ornamentali a Vasto Marina e magari anche fornire l’occasione per studiare e predisporre un organico piano di piantumazione arborea per tutto il litorale".

Aggiunge Tagliente: "La mia idea muove da una considerazione d’ordine generale e in secondo luogo dalla circostanza che vede oggi operatori turistici e commercianti contrapposti al Comune su regolamento e tassa sulle insegne pubblicitarie. In estrema sintesi, essendo assolutamente convinto che in presenza di difficoltà finanziarie il Comune debba aprirsi al concorso dei privati e ricercare sinergie con essi evitando di 'spremerli' con tasse e balzelli, ritengo che l’Amministrazione potrebbe risolvere il problema delle nuove piantumazioni chiamando a collaborare i cittadini ed in particolare chiedendo agli operatori di versare in un apposito fondo da istituire sul bilancio di previsione 2015 un contributo economico pari a quanto hanno sino a ieri versato per le insegne in attesa che le parti trovino un accordo sulla definizione del nuovo regolamento. Sono convinto – conclude Tagliente - che opportunamente orchestrato, con tatto e con disponibilità alla trattativa, il risultato di restituire alla città un’immagine turistica più decorosa potrebbe essere a portata di mano”.

redazione

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK