Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Spunta la proposta: 'Vasto... la spiaggia del silenzio'

Lettera aperta al sindaco

Condividi su:
Da Oreste Mariani riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta al sindaco di Vasto Luciano Lapenna. "In questi giorni nella nostra Vasto non si fa altro che parlare dell’ordinanza antimusica che il sindaco Lapenna ha emanato. Lo scontro e i dissapori vertono se la musica debba fermarsi alle 0,30 oppure andare avanti fino alle 2 o oltre. Siamo ormai arrivati alla fine di luglio ed ho notato che sia a Vasto Marina che a Vasto città i villeggianti sono molto pochi e da quello che leggo e da informazioni che gli albergatori danno sulle presenze dei turisti la situazione è allarmante se non tragica. Sarà pur vero che il programma 'Vasto Estate 2011' è uscito in forte ritardo ed anche le manifestazioni offerte non sono allettanti, ma sono forse queste le cause che hanno prodotto le mancate presenze turistiche? A mio modesto avviso questo fenomeno visto i tempi andrà di anno in anno, se non peggiorando, ma stabilizzandosi tale a ridurre la stagione estiva vastese a sole 3 settimane. A tal fine mi sembra logico domandarsi se può esserci qualche idea o rimedio a tutto ciò. Ogni azienda, quando si trova in difficoltà, fa ricerche e studi nel suo settore onde individuare i necessari cambiamenti per ripartire. Oggi giorno assistiamo a vari capovolgimenti nei vari settori economici, tecnici, commerciali ma con l’aiuto dei mezzi di comunicazione in forte espansione è facile farsi conoscere e se le proposte sono interessanti l’accoglimento è immediato. A mio modesto parere faccio notare che Vasto città turistica è priva di una specifica denominazione anche se negli ultimi tempi viene denominata 'Golfo d’Oro'. Molte spiagge italiane in questi ultimi anni hanno cercato di offrire sempre maggior servizi per attirare i turisti e come ultimo esempio alberghi dove i cani possono alloggiare con i relativi proprietari, iniziativa molto apprezzata e fruttuosa. Noi non abbiamo ancora trovato una idea giusta tale da invertire la causa del calo dei turisti. A questo punto io dico: 'Perché non lanciare Vasto come il Golfo d’Oro La Spiaggia del Silenzio?' Mai come oggi il silenzio è tanto richiesto, non tutti sono attratti dai rumori assordanti che ci circondano ogni giorno e molti ne apprezzerebbero il contenuto. Molti nuclei familiari e non che vivono tutto l’anno in città tra continui rumori assordanti desiderano luoghi silenziosi per un giusto riposo. Sono sicuro che sarebbero soddisfatti di questa nuova iniziativa offerta dalla spiaggia di Vasto. Concepire una spiaggia dove invece della solita musica rock i concessionari diffondessero musica lirica, sinfonica forse sarebbe sbagliato? Stare da soli in silenzio è già difficile ma stare insieme è un piacere, il silenzio insegna a cogliere ed amare la musica sì, ma quella vera. Non tutti sanno che una delle vacanze molto gettonate sono quelle fatte nei deserti dell’Egitto e dell’Algeria e del Magreb proprio in virtù del silenzio che ti attrae e ti rilassa, il silenzio del deserto è pazzesco. Vasto ha tutte le caratteristiche di dare ai turisti, oltre che una cucina tradizionale ed esclusiva, un grande benefit, quello del silenzio. Un angolo di pace silenzioso già la natura ce lo ha regalato ed è quella di Punta Aderci che abbinato alla spiaggia permetterebbe agli ospiti di godersi una vacanza in pieno relax. A questo punto sento già il rumore e gli umori degli esercenti che non accetterebbero mai questa proposta poiché il loro business si assotiglierebbe, cosi pure quella dei giovani sempre e solo alla ricerca del pub dove la musica o il dj di turno è da loro il preferito. A me viene spontaneo dire: siamo proprio sicuri che senza quel tipo di musica i locali sarebbero deserti? E se provassimo a proporre all’ascolto una musica più rilassante invitando ad eseguirla da allievi di conservatorio che abbondano nei periodi estivi (basta saperli contattare nel tempo giusto) sarebbe questo sbagliato? Questa iniziativa è già stata fatta e a dato ottimi risultati, specie nei centri storici. Ai nostri giovani dico che se proprio desiderano la musica di loro gradimento ci sono sempre le discoteche. Ci sarebbero altre vie per rilanciare la Vasto turistica come i project financing ma lascio questo campo agli esperti in materia. Ho voluto lanciare questa mia idea al solo scopo di far rivivere il turismo alla mia città alla quale sono affezionato".
Condividi su:

Seguici su Facebook