Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ombrelli rossi per dire no alla violenza

Condividi su:

"La violenza distrugge ciò che vuole difendere: la dignità, la libertà, e la vita delle persone.”

In questa frase di Giovanni Paolo II è raccolto il senso che ha accompagnato #Maipiusola, performance artistica realizzata a Vasto in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, da parte delle ragazze e dei ragazzi accolti nei progetti SAI (Sistema di Accoglienza Integrata) di Vasto, Rodi Garganico e Guardiagrele. 

Un corteo silenzioso di abiti neri ed ombrelli rossi ha percorso le strade cittadine avvolto da un silenzio assordante e commovente.

Ombrelli rossi simbolo di protezione e cura hanno portato il messaggio di uomini e donne, di tutte le razze, che hanno preso parte alla manifestazione per dire no alla violenza di genere. Rosso è il colore simbolo della giornata del 25 novembre, contro la violenza sulle donne. Rosso come l'amore, rosso come il sangue. La lunga scia di sangue che scorre dietro le storie di tantissime donne ammazzate, spesso da chi avrebbe dovuto amarle.Bisogna imparare ad essere sensibili alla violenza, a riconoscerla in quanto tale per poterla combattere nel modo giusto. Per farlo è importante partire dal basso, dalle piccole cose che nella vita di tutti giorni a volte neanche notiamo. Violenza non è soltanto fare del male a una donna fisicamente: violenza sono tutte quelle azioni che si compiono contro la volontà di una donna”

Un messaggio di forza che si è voluto trasmettere a tutte le donne vittime di violenza.

La performance, ideata dalla dott.ssa Valentina di Petta, arteterapeuta del Consorzio Matrix, ha visto anche la partecipazione delle Associazioni: DonnaAttiva, Consulta Giovanile e Dafne.

Scatti fotografici di Giacinto Sirbo

Condividi su:

Seguici su Facebook