Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Conferenza all’Università “d’Annunzio” per il 130° di Carlo d’Aloisio da Vasto

Nel 130° della nascita testimonianza della poliedricità artistica e culturale del Maestro abruzzese

Condividi su:

Mercoledì 13 aprile alle ore 16, presso l’Aula Magna di Lettere dell’Università “Gabriele d’Annunzio” di Chieti si svolgerà la Conferenza celebrativa per ricordare la figura di Carlo d’Aloisio da Vasto, di cui quest’anno ricorre il 130° della nascita, avvenuta a Vasto nel 1892. 

Non solo per l'Abruzzo, si tratta di una tra le più rappresentative personalità nel campo dell'arte e della cultura del '900, a tutt’oggi ancora non adeguatamente valorizzata in tutte le sue peculiarità. La conferenza sarà presieduta dal Prof. Francesco Leone, docente di storia dell’arte contemporanea presso l’Università teatina, con l’ausilio della Dott.ssa Maria Cristina Ricciardi. In rappresentanza del Comitato Promotore interverrà Carlo d’Aloisio Mayo (nipote omonimo del Maestro), presidente dell’Associazione Culturale “Archivio del Maestro Carlo d’Aloisio da Vasto”, il quale esporrà le finalità e le iniziative in corso di programmazione. Il Dott. Pasquale Del Cimmuto illustrerà il profilo artistico e pittorico del Maestro con particolare sottolineatura del suo ruolo di precursore nell’ambito della Scuola Tonale Romana degli anni ’30. La Prof.ssa Monica De Rosa, docente e ricercatrice culturale, tratterà degli Almanacchi degli Artisti - il Vero Giotto; corpose opere editoriali ideate, dirette e curate da Carlo d’Aloisio da Vasto dal 1930 al 1933, evidenziando come questi volumi rappresentino un vero e proprio salotto artistico e letterario dell’epoca, unico nel suo genere. La Prof. Paola Di Felice, curatrice e storica dell'arte, già direttrice del Polo Museale di Teramo, approfondirà le finalità del Progetto Civico Artistico e Culturale partecipato dal titolo “Gli Abruzzi, gli Abruzzesi.” volto a raccontare, attraverso le Opere del Maestro Carlo d’Aloisio da Vasto, il Paesaggio ambientale e culturale abruzzese del primo ‘900. 

Sul tema, per l’Autunno del 2022 sono in preparazione una Mostra ed un Convegno da svolgersi presso la prestigiosa sede di Palazzo d’Avalos a Vasto. Da qui l’invito a Cittadini, Enti e Imprese a segnalare - attraverso il sito www.carlodaloisiodavasto.it - le opere del Maestro nella propria disponibilità per valorizzarle, anche con la possibilità di esporle in mostra e inserirle in catalogo. 

Sono anche previsti i contributi video della Dott.ssa Lucia Arbace, storica dell’arte, già direttrice del Polo Museale Statale in Abruzzo, per sottolineare la poliedricità artistica e culturale del Maestro ed in particolare la prestigiosa collaborazione svolta come illustratore negli anni ’20 con il primario editore dell’epoca “Rocco Carabba”, nonché del Dott. Sergio Guarino, curatore storico dell’arte ed attuale direttore dei Musei di Roma, il quale ricostruirà il ruolo svolto da Carlo d’Aloisio da Vasto per circa 30 anni nell’ambito della gestione e della direzione museale romana. 

L’evento è rivolto agli studenti ed ai docenti dell’università, ma è anche aperto al pubblico. Gli interessati sono invitati a prenotare la propria partecipazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili, inviando mail a comitatoper@carlodaloisiodavasto.it  

E’ prevista la diretta streaming sulla pagina Facebook di Carlo d’Aloisio da Vasto

Condividi su:

Seguici su Facebook