Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Amarcord: il dancing “da Mimì” e le sue serate con i big nazionali dell’epoca

Nicola D'Adamo (NoiVastesi): "Una lunga storia che merita di essere raccontata"

| di Nicola D'Adamo (NoiVastesi)
| Categoria: Amarcord
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Il noto Dancing “da Mimì”, evoluto poi nell’omonimo attrezzato stabilimento balneare, ha una lunga storia che merita di essere raccontata. Anche perché il locale è stato il punto di riferimento costante per un’intera generazione di Vastesi e di turisti che lì hanno vissuto gli anni più belli della loro vita, serbando con sé indelebili ricordi legati proprio a quei giorni ed a quegli eventi.

La storia ha inizio nel 1960 quando Domenico Molino (alias Mimì “Vuzzitelle”), che già operava a Vasto Marina, avviò il locale.

Mio padre è conosciuto come titolare del Dancing “da Mimì”, ma appena sposato ha iniziato la sua attività gestendo il frantoio di famiglia con sede in via S. Francesco d’Assisi”, racconta il figlio Pino Molino, ex assessore regionale DC. “Sempre alla ricerca di nuovi spazi, nel 1938 avviò a Vasto Marina una prima attività al Nettuno. Nel 1940 si trasferì in un villino di fronte all’attuale Rotonda, aprendo un esercizio con alimentari e bar. D’estate nel piazzale in cemento davanti al bar cominciò già ad organizzare le prime serate danzanti. Suo braccio destro era il nipote Rino Tana. Ma poi arrivò la guerra e tutto si bloccò”.

Continua su NoiVastesi (clicca qui)

Nicola D'Adamo (NoiVastesi)

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK