Partecipa a Histonium.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La stagione di “Teatro Contemporaneo” del Teatro del Sangro prosegue con lo spettacolo “Colera 1836”

Una produzione del Teatro Stabile d’Abruzzo, con Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, ispirata al libro di Gigi Di Fiore

Redazione
Condividi su:

La stagione di “Teatro Contemporaneo” del Teatro del Sangro/Teatro Studio, che ha preso il via lo scorso 2 ottobre con lo spettacolo “La Molli. Divertimento alle spalle di Joyce” con Arianna Scommegna, prosegue sabato 30 e domenica 31 ottobre alle ore 21.00 con “Colera 1836”, una produzione del Teatro Stabile d’Abruzzo di cui Stefano Angelucci Marino, impegnato anche alla regia e sul palco insieme Rossella Gesini, ha scritto il testo ispirandosi al libro di Gigi Di Fiore “Pandemia 1836 - La guerra dei Borbone contro il colera”.

Una pandemia globale. Medici eroi, crisi economiche, psicosi collettive e l’isolamento come difesa preventiva. Nonostante la descrizione calzi perfettamente con i primi mesi del 2020, siamo a Napoli, è il 1836 e il virus di allora si chiama cholera morbus. Il colera. Anche in quel caso il contagio era partito da est: dall’India si era propagato nel resto dell’Asia, e attraverso le rotte commerciali era entrato in Europa. Dopo aver devastato gli stati dell’Alta Italia aveva raggiunto i confini del Regno delle Due Sicilie, travolgendo il governo del giovane Ferdinando II di Borbone. L’ingresso del colera a Napoli viene accompagnato dalla grancassa di scienziati allarmisti e politici riformatori; dal nord arrivano testimonianze tragiche e alcuni consigli da parte dei medici che hanno già affrontato il morbo. Tra le poche informazioni sicure, come avverte in una lettera un dottore di Padova, c’è che il colera «si trasmette esclusivamente per mezzo delle comunicazioni cogl’individui che sono infetti di questo germe, o per l’uso di cose che lo nascondono; che comparisce nei luoghi in cui si operano queste comunicazioni». Man mano che i bollettini sulla diffusione dell’epidemia indicano un’allarmante crescita dei contagi, la corte dei Borbone reagisce a colpi di decreti regi: istituisce una Commissione superiore di sanità e una task force «per la conservazione della salute pubblica»; vengono chiusi i confini del regno e a ogni persona che si presenta alle porte della città è chiesta una certificazione che attesti la necessità dello spostamento; le lezioni vengono sospese; i medici dotati di speciali dispositivi sanitari; scienziati e politici raccomandano particolare cura nell’igiene personale.

Attraverso una ricostruzione storica minuziosa, Stefano Angelucci Marino (che interpreta Ferdinando II di Borbone) e Rossella Gesini (in scena Maria Cristina di Savoia, prima moglie del Re) ci guidano lungo la vertigine del parallelismo storico, illuminando una società terribilmente vicina a noi, in cui appaiono evidenti le similitudini con il presente ma da cui, allo stesso tempo, emergono i problemi che oggi come in passato le amministrazioni hanno faticato a risolvere. Nel gioco, spesso fallace, dei corsi e ricorsi storici, scopriamo che, nonostante i secoli trascorsi, nonostante i progressi della medicina, l’ignoto che allora sconvolse il mondo è identico all’ignoto di oggi.

Lo spettacolo si terrà presso il Teatro Studio a Treglio (Chieti), in via Abbazia, e avrà luogo nel pieno rispetto delle norme in vigore relative all’emergenza Covid. Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il numero 340.9775471 oppure scrivere all’indirizzo info@teatrodelsangro.it.

 

Realizzata grazie al sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Abruzzo e del Comune di Treglio con la direzione artistica di Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, la stagione “Teatro Contemporaneo 2021” del Teatro del Sangro/Teatro Studio ospita nel suo cartellone dieci spettacoli con alcuni tra i più influenti e importanti attori e registi della scena teatrale italiana contemporanea, tra cui Gabriele Vacis, Arianna Scommegna, Massimiliano Civica, Roberto Latini, Oscar De Summa, Enzo Moscato, Mariangela Gualtieri, Mario Perrotta, Massimo Recalcati, Virgilio Sieni, il Nuovo Teatro Sanità con Mario Gelardi, Andrea Cosentino, la compagnia Lombardi-Tiezzi.

 

Calendario dei prossimi appuntamenti

sabato 30 e domenica 31 ottobre 2021, ore 21.00

COLERA 1836

Ispirato da "Pandemia 1836 - La guerra dei Borbone contro il colera" di Gigi Di Fiore (Utet)

Testo e regia Stefano Angelucci Marino, con Rossella Gesini e Stefano Angelucci Marino. Produzione Teatro Stabile d’Abruzzo.

sabato 6 novembre 2021, ore 21.00

PRIMI PASSI SULLA LUNA

Divagazioni provvisorie per uno spettacolo postumo, Di e con Andrea Cosentino

sabato 13 novembre 2021, ore 21.00

L’ANGELO E LA MOSCA

Commento sul teatro di grandi mistici, Conferenza-spettacolo di e con Massimiliano Civica

venerdì 19 novembre 2021, ore 21.00

STASERA SONO IN VENA, Di e con Oscar De Summa

Spettacolo finalista Premio Ubu 2015, Finalista Premio Rete Critica 2015, vincitore Premio Cassino off 2015, Premio della critica Anct "Histryo" 2016, Premio Rete Critica 2016, Premio "Mariangela Melato" 2017.

sabato 27 novembre 2021, ore 21.00

LA DELICATEZZA DEL POCO E DEL NIENTE

Roberto Latini legge Mariangela Gualtieri. Poesie di Mariangela Gualtieri, regia e interpretazione Roberto Latini. Produzione Fortebraccio Teatro Compagnia Lombardi-Tiezzi.

sabato 4 dicembre 2021, ore 21.00

LA ROSA DEL MIO GIARDINO, Scritto da Claudio Finelli

Con Simone Borrelli e Riccardo Ciccarelli, regia Mario Gelardi. Produzione Nuovo Teatro Sanità Napoli.

martedì 7 dicembre 2021, ore 21.00

IN NOME DEL PADRE, Di e con Mario Perrotta

Consulenza alla drammaturgia Massimo Recalcati. Premio Ubu 2019, secondo classificato nella categoria miglior nuovo testo o scrittura drammaturgica. Produzione Teatro Stabile di Bolzano.

domenica 12 dicembre 2021, ore 21.00

COMPLEANNO, Di e con Enzo Moscato 

domenica 19 dicembre 2021, ore 21.00

BACH DUET

Regia e coreografia Virgilio Sieni, Interpreti Jari Boldrini e Maurizio Giunti, musica J. S. Bach Suites eseguita dal vivo da Naomi Berrill. Produzione centro nazionale di produzione della danza Virgilio Sieni.

Prezzi: Spettacoli: intero € 10,00, ridotto € 8,00, Prenotazione obbligatoria al numero 340.9775471. Per informazioni chiamare il numero 340.9775471 oppure scrivere all’indirizzo info@teatrodelsangro.it.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook