Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Premi 'Histonium' e 'D'Annunzio', riconoscimenti di prestigio per Mario Rolando Mangiocavallo

Al poeta vastese il trofeo alla carriera ed un significativo terzo posto al concorso conclusosi a Città Sant'Angelo

| di redazione
| Categoria: Varie
STAMPA

Bei riconoscimenti, in tempi recenti, quelli ottenuti da Mario Rolando Mangiocavallo. Grande appassionato di poesia, a lui è stato assegnato uno dei tre Trofei della Cultura-Histonium alla Carriera, consegnati nell'ultima edizione del Premio Nazionale Histonium, curato dal prof. Luigi Medea, con la cerimonia di premiazione andata in scena sabato 22 settembre nell'auditorium del Liceo scientifico 'Raffaele Mattioli'. A consegnargli il premio è stata la prof.ssa Gabriella Izzi Benedetti.

Grazie al componimento intitolato “La vita la prendo per mano”, Mangiocavallo si è poi classificato al terzo posto, nella sezione 'Poesia in lingua' all'edizione 2018 del prestigioso Premio 'D'Annunzio', conclusosi domenica 30 settembre al Teatro comunale di Città Sant'Angelo, con presidente di giuria il critico letterario Adele Ciccone.

Qui di seguito il testo de 'La vita la prendo per mano'.

La morte raccoglie

tutto quanto la precede

e sparge i semi dal suo grembo

ai nidi del cielo

come fumi che salgono in vagiti

da bianchi comignoli diroccati

o uccelli migratori che non sanno

cos'è la vita e dove andare,

eppure la vivono e lodano il creato.

Tutto m'appare come un breve istante

o un solo respiro di rapido abbraccio:

bisbigli sulle corde della sera in calma

assalgono l'aria, ghirlande di ricordi

su lacerti di muri,

occhi fermi di alberi irti e umidi

alle mie spalle divorati dal vuoto

e l'acre odore del legno.

Apro il cuore al mondo;

il silenzio m'avvolge

col suo sguardo di stagione:

mai mi colse in preghiera

senza spergiuri o lacrime

che si fingono sorprese.

Son finiti i sogni come l'ultima neve

o i colori che non ho mai dipinto

o gli occhi che non hanno forse mai veduto.

La vita io la prendo per mano;

non si spezza il suo filo aggrovigliato

che mai si perde nell'ora lenta dell'anima.

redazione

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK