Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Dalla spiaggia di Punta Penna alle vette della Majella, torna il 'cammino da 0 a 3000'

Percorso di 100 km circa da macinare a piedi sentendosi un po’ pastori, viandanti e pellegrini

| di riceviamo e pubblichiamo
| Categoria: Territorio | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Tre giorni di cammino, 100 km circa da macinare a piedi sentendosi un po’ pastori, viandanti, pellegrini!

Attraversare vecchi tratturi e tratturelli, percorrere carrarecce che un tempo collegavano centri abitati e sentieri che fino a qualche decennio fa sono stati testimoni di una spiritualità espressa con il pellegrinaggio verso luoghi di fede! Vuole essere fondamentalmente questo il cammino da 0 a 3000. Non una sfida, non una prova di forza, ma un modo per procedere a ritroso verso le nostre radici più profonde. Ripercorrere le orme dei pastori, dei viandanti, dei pellegrini, mettersi “nelle loro scarpe” per conoscere e riconoscere la cultura da cui proveniamo.

Il cammino, organizzato dal Club Alpino Italiano di Vasto (con la collaborazione delle sezioni di Atessa, Fara San Martino, Ortona, con il patrocinio dei comuni di Vasto, Pollutri, Scerni, Atessa, Roccascalegna e della Riserva di Punta Aderci) avrà inizio dalla spiaggia di Punta Penna, percorrerà tutta la Riserva di Punta Aderci e quella del Bosco di Don Venanzio, attraversando poi i territori del comune di Pollutri e Scerni, raggiungerà Atessa.

Il secondo giorno, risalendo le colline ai piedi della Majella, raggiungerà il comune di Roccascalegna e poi quello di Fara San Martino. Dalle omonime gole il terzo giorno i camminanti percorreranno il sentiero che porta sul Monte Amaro e che si snoda in una valle meravigliosa. È qui che spiritualità e cultura agro-pastorale, i temi a cui vuole ispirarsi il cammino 0-3000, trovano un connubio e una sintesi perfetta: qualche anno fa infatti, in uno scenario che lascia senza fiato, è stata riportata alla luce l’Abbazia benedettina di San Martino in Valle le cui origini risalgono al IX, X secolo. Qui, inoltre, resiste al tempo l’ultimo pastore della Majella (Domenico Di Falco) che ancora oggi effettua la transumanza verticale e porta in estate il suo gregge di pecore e capre a brucare l’erba fresca delle alte quote. Insomma un cammino non solo attraverso luoghi di bellezza notevole, ma anche e soprattutto attraverso la storia!

Buon cammino a tutti i partecipanti!

Nei dettagli il cammino verrà ufficialmente presentato giovedì 14 giugno alle 19.30 presso la sede del Cai in via delle Cisterne 4. All’incontro parteciperanno i sindaci di Vasto e Roccascalegna, il consigliere regionale Mario Olivieri, il presidente del Cai Abruzzo Gaetano Falcone e i presidenti delle sezioni Cai di Vasto, Atessa, Fara San Martino e Ortona.

Gianni Colonna addetto stampa CAI Vasto

Info: Club Alpino Italiano sezione di Vasto - Via delle Cisterne, 4 - 66054 Vasto (CH) – tel. 0873.610993

www.caivasto.it – info@caivasto.it

 

riceviamo e pubblichiamo

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK