Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

La Vastese stecca la prima del 2020 all’Aragona: solo 1-1 col Real Giulianova

Biancorossi assenti per quasi un’ora di gioco, Palumbo risponde a Cipriani

| di Nicola Di Santo
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Seconda di ritorno, secondo derby consecutivo e primo pareggio dell’anno. La profezia di Amelia, che alla vigilia della partita col Chieti aveva preannunciato “un girone di ritorno da protagonisti”, conosce il primo importante intoppo verso la sua ipotetica realizzazione. In questo 2020 appena cominciato, la Vastese cicca la prima all’Aragona. L'1-1 col Real Giulianova è pieno di rimpianti. I biancorossi hanno infatti gettato alle ortiche più di un’ora di gioco, svegliandosi soltanto dopo l’inferiorità numerica e la successiva rete di Cipriani, dovuta a una sfortunata papera di Bardini. Un rigore trasformato da Palumbo nel finale evita perlomeno una sconfitta che avrebbe avuto del clamoroso. L’unica magra consolazione della giornata è l’aggancio al quinto posto in classifica sul Montegiorgio, oggi sconfitto, che vuol dire zona playoff virtuale.

La partita - Spicca su tutte l’assenza di Francesco Esposito, che a sorpresa parte dalla panchina: al suo posto c’è Palumbo, i gradi di capitano vanno all’altro Esposito, Vittorio, quinto calciatore a indossare la fascia in questa stagione. Giorgi è di nuovo arruolabile dopo la giornata di squalifica e torna in difesa con Di Filippo e Cacciotti, mentre Pollace ricompare tra i convocati dopo due mesi di infortunio. Il Real Giulianova arriva all’Aragona con una gran voglia di vincere, poiché si trova soltanto un punto sopra dalla zona che scotta. La vittoria lontano dal “Fadini” manca dallo scorso 13 ottobre e in trasferta ha conquistato soltanto 6 punti sui 18 totali. I giallorossi sono pure orfani del vastese Michele Cesario, giunto nel mercato dicembrino dal Vasto Marina.

La Vastese perde per infortunio Cacciotti dopo dodici minuti, c’è Altobelli al suo posto. Filippo Bardini è il primo a scaldare i guantoni del portiere avversario, il tiro del centrocampista è facile preda di Bifulco. I ritmi della partita sono blandi e stentano a fioccare le occasioni da gol. Al 29’ la Vastese esce a fatica da un assalto ospite, Palumbo innesca la ripartenza immediata e lancia Vittorio Esposito, che vola verso la porta avversaria e viene fermato da un intervento rude di un difensore: il rigore sembra solare, ma l’arbitro ben appostato lascia correre. Al 37’ Pizzutelli prova la gran botta dalla distanza, il portiere respinge, Dos Santos è pronto a ribattere ma cicca inspiegabilmente la palla, anche se il guardalinee alza la bandierina per fuorigioco. Si chiude così la prima frazione sullo 0-0: ai punti meriterebbe forse il Giulianova, perlomeno per il suo maggior spirito d’iniziativa.

Palumbo tenta subito un sinistro, che si spegne debole non lontano dal secondo palo. Al 14’ la Vastese rimane in 10 per il rosso diretto per Di Filippo, reo di un fallo su Francesco Di Paolo sulla trequarti. Sulla punizione va Cipriani: la botta è centrale, Bardini potrebbe bloccare la palla in sicurezza ma gli scappa dalle mani e s’infila nel sacco. Amelia, dopo aver inserito Cavuoti a inizio ripresa, corre ai ripari gettando nella mischia anche Francesco Esposito.

Il gol e l’inferiorità numerica non scoraggiano i biancorossi, che finalmente mostrano convinzione e schiacciano gli avversari nella loro metà campo. Al 24’ è bella l'iniziativa personale di Cavuoti, la rasoiata di sinistro del baby centrocampista è fuori di pochissimi centimetri. Sei minuti dopo, la cavalcata di Torelli è ancora più irresistibile: il centrocampista giallorosso s’invola per circa 70 metri, Cavuoti lo insegue fino in area di rigore, dove il n.18 conclude da posizione defilata ma trova lo specchio della porta.

Al 39’ Vittorio Esposito viene atterrato in area: stavolta l’arbitro accorda la massima punizione, Palumbo va sul dischetto e spiazza Bifulco, facendo esplodere la D’Avalos. I minuti finali vedono la Vastese all’assalto, ma i biancorossi rischiano addirittura il k.o. con la vecchia gloria della Serie A Diamoutene, il cui colpo di testa si alza troppo sulla traversa. I biancorossi pareggiano e possono avercela solo con se stessi: voglia e orgoglio sono venuti fuori solo nella difficoltà e soltanto dopo un’ora di gioco. Imperdonabile per una squadra che avrebbe tutti i mezzi per fare qualcosa di grande e non ancora ci riesce. 

Vastese - Real Giulianova 1-1

Reti: 15’ st Cipriani (R.G.), 40’ st rig. Palumbo (V).

Ammoniti: Suriano, Di Paolo Fed., Torelli (R.G.), Esposito V. (V).

Espulsi: 14’ st Di Filippo (V).

Formazioni

Vastese: Bardini L., Di Filippo, Palumbo, Dos Santos (34’ st Alonzi), Pizzutelli (16’ st Esposito F.), Giorgi (8’ st Montanaro), Marianelli, Cacciotti (12’ Altobelli), Ravanelli (46’ st Cavuoti), Bardini F., Esposito V. A disposizione: Di Rienzo, Pollace, , Zinni, Cardinale. Allenatore: Amelia.

Real Giulianova: Bifulco, Ferrini, D’Antonio, Castiglia (13’ st Torelli), Nazari, Diamoutene, Di Paolo Fr., Di Paolo Fed, Ramku (46’ st Mennillo), Suriano (25’ st Vitelli), Cipriani (43’ st Gueye). A disposizione: Di Piero, Concetto, Balducci, De Marchi, Forcini. Allenatore: Del Grosso.

Arbitro: Pacella di Roma 2 (assistenti: D’Ottavio di Roma 2 e Vitale di Salerno).

Nicola Di Santo

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK