Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

La Vastese vince soffrendo: Francesco Esposito e Dos Santos regolano l’Agnonese 2-1

Vittoria fondamentale dei biancorossi, che superano in classifica i molisani. Ma la difesa è da rivedere

| di Nicola Di Santo
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

11 punti nelle ultime 5 partite. Avrà spiccato definitivamente il volo questa Vastese? Il successo contro l’Olympia Agnonese per 2-1 potrebbe suggerire di sì. Già, potrebbe. Perché a un primo tempo non del tutto convincente, nel quale gli aragonesi hanno subito un po’ troppo l’iniziativa ospite, stava seguendo una ripresa di identico se non peggiore tenore, soprattutto per colpa di una difesa non sempre attenta e puntuale. Ma è bastato un lampo di Dos Santos, al suo decimo gol in campionato, a regalare una vittoria preziosissima. Stavolta i due Esposito (entrambi ex della partita insieme all’attaccante agnonese Alfred Kone, l’anno scorso a Vasto) vanno a segno solo con Francesco, con Vittorio che invece merita il riconoscimento di miglior biancorosso in campo e conferma il suo splendido periodo di forma.

La partita - Filippo Bardini è recuperato e si posiziona nei tre di centrocampo, in panchina si rivede Palumbo. La partenza è decisamente per cuori forti con due gol in tre minuti e mezzo. La Vastese la sblocca a neanche 120 secondi dal fischio d’inizio. Punizione dalla linea laterale della trequarti destra, tiro di Alonzi, deviazione della retroguardia sul palo e occasione irripetibile per Francesco Esposito che insacca a porta sguarnita. Neanche il tempo di terminare i festeggiamenti che si materializza immediato il pareggio ospite. È il quarto minuto: azione sulla destra, Bardini ben appostato non blocca il cross rasoterra teoricamente innocuo di Alfred Kone e Acosta pareggia da due passi. Il portiere biancorosso si riscatta al 14’, quando chiude alla grande lo specchio della porta sulla conclusione di Diarra.

Molisani pericolosi tre minuti dopo. Kone s’invola sulla destra, il cross è perfetto per Acosta lasciato tutto solo in area di rigore, Giorgi recupera all’ultimo e salva in angolo. I padroni di casa replicano: Alonzi mette in mezzo, il colpo di testa di Ravanelli è più fortuito che voluto e finisce alto. Gli agnonesi sono decisamente più in palla e vanno vicinissimi al raddoppio con l’imprendibile Kone, che in gran tuffo di testa colpisce la traversa. Bella ma un po’ troppo timida la conclusione di Alonzi indirizzata sotto l’incrocio, Mejri blocca la sfera con sicurezza. Al 32’ Esposito ci prova da calcio da fermo da posizione defilata, il destro a giro è troppo centrale per impensierire davvero il portiere. Poi il “folletto di San Martino in Pensilis” serve in profondità Dos Santos, che incrocia troppo il rasoterra sinistro e spedisce fuori di un nulla.

Fioccano le occasioni, l’Olympia Agnonese risponde con il siluro di sinistro potente ma non abbastanza preciso di Nicolao. Ma la Vastese prende più campo e fiducia anche grazie a Vittorio Esposito, uomo ovunque che dispensa classe e bellissime sortite offensive e crea sempre superiorità numerica: l’attaccante ci prova con un gran destro a giro da punizione, la palla si abbassa però con troppo ritardo. L’ultimissima chance è di marca ospite: Diarra serve in mezzo Acosta, l’incornata del centravanti è poderosa ma fuori misura.

I molisani partono a mille nella ripresa. Amelia toglie Ravanelli e inserisce Cavuoti per aumentare fantasia e imprevedibilità. La retroguardia biancorossa si taglia però come il burro in occasione del gran lancio dalla difesa per Acosta, con Lorenzo Bardini che gode di quel vantaggio sufficiente per impedire all’attaccante la conclusione di prima intenzione. Poi è Minacori a suggerire per Kone, l’ala non trova la vendetta dell’ex e tira fuori. Nel buio biancorosso, il lampo improvviso. Al 21’ il tiro di Alonzi è indirizzato verso la porta a portiere battuto, ma Dos Santos per fugare ogni dubbio si avventa come un falco sulla sfera e insacca dalla linea.

A un mese esatto dall’ultima partita di Avezzano si registra il ritorno di Cosimo Palumbo in campo. Al 37’ il tarantolato Kone serve lo scernese D’Ercole, che arriva di corsa sul pallone e tira con un sinistro ben piazzato che chiama Bardini alla parata. L’Olympia Agnonese preme, la Vastese balla in difesa. Al 45’ è tremenda la chance ospite, con Kone e Acosta che si avventano entrambi sul pallone e il primo che lo toglie al secondo e vanifica un pareggio che era praticamente cosa fatta. Il finale è sofferenza pura, ma la Vastese stringe i denti e ottiene una vittoria a dir poco fondamentale.

Vastese - Olympia Agnonese 2-1

Reti: 2’ Esposito F. (V), 4’ Acosta (O. A.), 21’ Dos Santos (V).

Ammoniti: Diakitè (O.A.), Pompei (V).

Espulsi: nessuno.

Formazioni

Vastese: Bardini L., Pompei, Dos Santos (38’ st Altobelli), Esposito F., Giorgi L., Marianelli, Alonzi (44’ st Stivaletta), Cacciotti, Ravanelli (3’ st Cavuoti, 42’ st Zinni), Bardini F., Esposito V. (22’ st Palumbo). A disposizione: Di Rienzo, Ansini, Loggello, Cardinale, Allenatore: Amelia.

Olympia Agnonese: Mejri, Diakitè, Nicolao, Viscovich (44’ st Perkovic), Frabotta, Allegra, Diarra (24’ st D’Ercole), Pejic, Kone M.A., Minacori (24’ st Ballerini), Acosta. A disposizione: Kusmanovic, Vogliacco, Di Lollo, Dembelè, Konè A.O., Rullo. Allenatore: Pizii.

Arbitro: Marchioni di Rieti (Ottobretti di Foligno e Capasso di Piacenza).

Nicola Di Santo

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK