Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Le ore tristi di Vasto: la conta dei danni

Le conseguenze della disastrosa grandinata e delle abbondanti precipitazioni di un mercoledì 10 luglio terribile sono 'sotto la lente'

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Una giornata terribile, una delle più 'nere' per la storia recente della città: la disastrosa grandinata del 10 luglio e le abbondanti precipitazioni registrate hanno determinato danni ingenti a Vasto.

Nel bilancio gli allagamenti, le buche e, in alcuni casi, i crateri sulle strade, i pericoli corsi da numerosi automobilisti in transito (su autostrada A14 e Statale 16 soprattutto), le interruzioni alla viabilità per acqua e fango ed ancora black out di energia elettrica, movimenti franosi, alberti caduti, abitazioni danneggiate, campi agricoli devastati e auto con lunotti e parabrezza sfondati e carrozzerie ammaccate. Conseguenze anche sulle spiagge, colpite dalla tempesta.

La grandinata ha provocato i danni maggiori: intorno alle 14, anticipata da un cielo nero e minaccioso e da prime notizie preoccupanti che arrivavano dai centri più a nord, tipo Pescara, eccola con chicchi simili a noci, in alcuni punti ancora più grandi.

Il sindaco di Vasto, Francesco Menna, come la collega sansalvese Tiziana Magnacca ed altri del territorio della Costa dei Trabocchi in modo particolare hanno chiesto alla Regione Abruzzo e al Governo nazionale lo stato di calamità naturale. Il presidente della Regione Marco Marsilio, da Bruxelles, ha fatto sapere di essersi attivato nell’immediato “scrivendo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Capo Dipartimento della Protezione Civile come azione propedeutica, al fine di valutare una successiva richiesta di dichiarazione dello Stato di emergenza Nazionale”. 

Sin dalle prime ore dell'emergenza sono stati attivati sia a San Salvo che a Vasto i Coc (Centro operativo comunale).

Ora spazio alla triste conta dei danni.

A Vasto resteranno chiusi, per ora, ville e parchi comunali ed il cimitero. Solo dopo i sopralluoghi si valuterà la loro riapertura. Questa notte gli uomini della Protezione Civile e delle Forze dell'Ordine hanno continuato il loro lavoro monitorando il territorio. Prevista per stamane alle 12.30 la terza riunione operativa a palazzo di città.

redazione

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK