Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Nuovo sistema per la raccolta differenziata: "Penalizzati i condomini"

Carinci e Gallo (Movimento 5 Stelle) analizzano un aspetto specifico delle novità in arrivo per i controlli

| di Anna Bontempo (Il Centro)
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Con la nuova raccolta differenziata, che entrerà in vigore il 1° maggio, verranno penalizzati i cittadini che vivono nei condomini e non ci sarà alcun vantaggio per gli utenti virtuosi”. Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle fa le pulci alle novità introdotte dalla Pulchra, diventata completamente privata dopo l’acquisizione delle quote pubbliche detenute dal Comune all’interno del pacchetto societario.

Dal 1° maggio spariscono le campane del vetro (materiale che verrà ritirato a domicilio insieme all’organico, all’indifferenziato, alla plastica e alla carta) e tutti i cittadini saranno muniti di contenitori dotati di microchip che facilitano i controlli del personale incaricato. In questo modo aumenteranno le sanzioni a carico di chi non differenzia i rifiuti in maniera corretta.

In questi giorni i “facilitatori ambientali”, cioè i ventuno giovani reclutati dalla società che si occupa del servizio di igiene urbana, si stanno recando nelle abitazioni per consegnare i contenitori sui quali sono apposti codici a barre con lo scopo di collegare i rifiuti a chi li ha prodotti. A chi non viene trovato in casa viene lasciato un avviso.

“Accadrà che i proprietari di abitazioni singole e di villette mono-familiari continueranno a lasciare sotto casa i cestini piccoli, da ora in poi associati alla singola utenza determinata dal codice, e i proprietari di appartamenti in condominio continueranno a servirsi dei secchi grandi per la raccolta comune allo stabile”, dicono Dina Carinci e Marco Gallo“in quest’ultimo caso, però, la Pulchra non potrà individuare e sanzionare la singola famiglia che sbaglierà a differenziare e, paradossalmente, l’errore del singolo ricadrà anche sui condomini che invece differenziano correttamente; infatti, la sanzione per l’errato conferimento dei rifiuti sarà comminata all’intero condominio.  Insomma, controlli più serrati e sanzioni per i cittadini “distratti”, ma nessun vantaggio per i cittadini “virtuosi”, specie se abitano in un condominio”.

I due consiglieri pentastellati ribadiscono quindi la necessità di introdurre la “tariffa puntuale”, cioè il sistema ampiamente adottato da tantissimi comuni italiani, che commisura la tassa pagata dai cittadini alla effettiva quantità di rifiuti indifferenziati prodotti.     

Anna Bontempo (Il Centro)

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK