Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Come comportarsi quando l’auto ti lascia a piedi

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Esistono poche situazioni più fastidiose dell’essere lasciati a piedi dalla propria macchina; sapere come gestire questo tipo di situazioni, però, potrebbe rendere meno drammatica la situazione.

Quali sono, allora, le procedure da seguire per evitare problemi aggiuntivi quando la vostra auto è in panne?

Vediamo allora come comportarsi in queste situazioni.

Punto 1: raggiungere quanto prima la corsia d’emergenza

L’automobile, in genere, non si ferma di colpo e quindi quando si iniziano a riscontrare i primi segni dell’imminente destino a cui andrà incontro la vostra autovettura, è meglio fare il possibile per spostarsi nella corsia d’emergenza presente nelle autostrade o nelle piazzole di sosta apposite.

A questo punto, è d’obbligo attivare le 4 frecce e segnalare agli altri conducenti che la carreggiata è occupata per un guasto.

Attenzione però: uno degli errori da non fare è quello di scendere all’improvviso dall’auto e provare a spingerla per arrivare in queste zone della strada.

Punto 2: giubbotto e triangolo

Anche se devi scendere dall’auto per pochi minuti nel perimetro della corsia di emergenza indossa il giubbotto catarifrangente. Questo strumento ti rende visibile anche in condizioni di scarsa visibilità ed è obbligatorio per legge tenerlo a bordo della macchina.

Se devi scendere dall’auto, anche se per pochi attimi, è necessario (per legge) indossare il giubbotto catarifrangente. Il motivo è molto semplice: questo strumentoti rende visibile anche in condizioni di visibilità limitata ed è per questo che bisogno averlo a bordo, sempre a disposizione.

Il conducente non è l’unico che deve indossare il giubbotto: tutti i passeggeri, qualora scendano dall’auto, devono indossarlo.

La sanzione, quando questa regola non viene osservata, è una multa di 169€ e la decurtazione di 2 punti dalla patente.

Altra misura importante è quella di mostrare il triangolo d’emergenza a 100 metri di distanza dal veicolo fermo.

Punto 3: liberare velocemente la carreggiata di emergenza

Un’auto in panne non può restare quanto vuole nella corsia d’emergenza, ma può sostarvici per un massimo di 3 ore; le automobili ferme, infatti, sono un grosso problema e devono essere rimosse quanto prima.

In più, l’articolo 176 del Codice della Strada vieta all’automobilista di fermarsi nel bel mezzo del traffico poiché potrebbe creare tamponamenti o gravi incidenti.

Cosa fare, allora?

C’è una sola cosa che bisogna fare quando l’auto ti lascia a piedi: lanciare un SOS e chiamare degli esperti di soccorso stradale quanto prima.

Il servizio di pronto intervento prescelto manderà un carro attrezzi per sgomberare la carreggiata.

Per facilitare il lavoro del soccorso stradale è meglio comunicarela posizione esatta in cui ci si trova e per farlo si può far ricorso o al segnale GPS del proprio telefono o leggere i segnali di progressiva ettometrica presenti sul lato sinistro della carreggiata.

Se cerchi un servizio rapido che agisca in modo tempestivo portando via la automobile ed evitandoti ulteriori problemi, il nostro consiglio è quello di rivolgerti a dei veri professionisti del settore operativi 24 ore su 24: Soccorso Stradale 24 è un’ottima soluzione per tutti coloro che gravitano intorno a Roma.

Speriamo che questa piccola guida ti serva il meno possibile, ma è meglio non farsi trovare mai impreparati.

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK