Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Tribunale unico Lanciano-Vasto e mantenimento della sede della Procura, discussione aperta

Il rischio soppressione delle sedi giudiziarie in agenda al Consiglio comunale tra richieste di condivisioni e proposte

| di Anna Bontempo (Il Centro)
| Categoria: Attualità
STAMPA

"Via libera al Tribunale unico Lanciano-Vasto, ma la sede della Procura deve restare nella località adriatica”. 

La minoranza consiliare presenta emendamenti al documento firmato il  26 gennaio scorso dai sindaci dei due comuni, Mario Pupillo e Francesco Menna, i quali superando i campanilismi che hanno sempre contraddistinto le scelte territoriali strategiche, hanno condiviso una proposta per scongiurare la soppressione dell’importante presidio di legalità e l’hanno sottoposta alla competente commissione regionale presieduta da Giuseppe Di Pangrazio

La ricetta “salva Tribunale” approda in Consiglio comunale per il confronto e la necessaria condivisione con le forze politiche di maggioranza e minoranza. Oggetto della discussione il documento firmato dai due sindaci, i quali, partendo dalla premessa che la eliminazione dei due presidi avrà ripercussioni negative “sia in relazione all’amministrazione giudiziaria sia sul cittadino utente”, dichiarano “di condividere una proposta per il mantenimento del Tribunale unico Lanciano-Vasto, dislocato su entrambi i comuni, con ripartizione di competenze che garantisca la permanenza di un presidio giudiziario su tutta la parte meridionale della Regione, dalla costa fino all’entroterra della provincia di Chieti”.

I tre consiglieri comunali della Lega, Davide D’Alessandro, Francesco Prospero e Alessandra Cappa si dicono sostanzialmente favorevoli, ma con un distinguo: far restare la Procura a Vasto per una serie di ragioni che attengono, sostanzialmente alla posizione geografica. Di questo tenore è l’emendamento da loro presentato.

Vasto ha non solo più abitanti di Lanciano, ma una posizione maggiormente scomoda e complicata, essendo territorio di confine esposto a forme di criminalità sempre crescenti, sostengono gli esponenti del partito di Salvini, “ riteniamo indispensabile, qualora si dovesse arrivare al Tribunale unico, che sia Vasto a tenere il presidio della Procura. E che sia Vasto, nella ripartizione delle competenze, a giocare un ruolo di primo piano nelle attribuzioni”.

Non è l’unico punto all’ordine del giorno dell’assise civica convocata oggi alle 9 dal presidente Mauro Del Piano. In discussione anche una raffica di interrogazioni ed interpellanze presentate dall’opposizione su argomenti quali il servizio di sgombero neve, il progetto per la realizzazione della Via Verde della Costa dei Trabocchi, la spiaggia per i diversamente abili, la Marina abbandonata,  la grave carenza idrica, gli adeguamenti tariffari alla Pulchra e, dulcis in fundo, il bando per l’assegnazione delle nuove concessioni demaniali previste nel piano spiaggia comunale.  Argomenti sui quali gli assessori di riferimento dovranno relazionare.

Anna Bontempo (Il Centro)

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK