Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Incendio al distributore Eni, arrestato il piromane

Si tratta di un 42enne, fermato dai Carabinieri della Compagnia di Vasto dopo l'episodio di venerdì pomeriggio in corso Mazzini

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

L’autore dell’incendio al distributore Eni di corso Mazzini è stato arrestato. Si tratta di V.F., 42enne nato a Teramo, resosi responsabile di furto aggravato e incendio doloso. L'uomo è stato individuato grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza dell'area di servizio.

L’arresto è stato effettuato a Gissi intorno alle 20 di ieri sera, quando il piromane è stato fermato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Vasto in flagranza di reato. “L’operazione è scattata alle ore 16:45 circa allorquando presso l’area di servizio 'ENI' di Corso Mazzini a Vasto veniva data alle fiamme una pompa erogatrice di benzina”, si legge nella nota dei Carabinieri. Lanciato l’allarme, “immediatamente si portavano sul posto una pattuglia dei Carabinieri ed una squadra dei vigili del fuoco. Fortunatamente le fiamme venivano immediatamente domate prima dal titolare dell’esercizio e, successivamente, dagli idranti dei vigili del fuoco escludendo così che si potesse generare una esplosione di rilevante entità con conseguenze imprevedibili”.

“Nel frattempo”, prosegue il comunicato dell’Arma, “i carabinieri acquisivano le immagini dal sistema di video-sorveglianza installato presso l’area di servizio de qua per mezzo delle quali i militari identificavano l’individuo responsabile del delitto e inoltre verificavano le azioni compiute da quest’ultimo prima e dopo il reato. In particolare, il V.F. con una banconota da 20,00 euro erogava a terra della benzina dalla pompa dopodiché, con un accendino, vi appiccava fuoco. Subito dopo, per assicurarsi la fuga, il malavitoso asportava un motociclo Malaguti ivi parcheggiato. Verificato ciò, gli uomini dell’Arma, coordinati dal Magg. Amedeo Consales, ponevano in essere un articolato dispositivo finalizzato alla ricerca dell’autore dei suddetti delitti, interessando tutte le pattuglie dislocate in Vasto e nell’alto vastese. Tale azione repressiva permetteva, qualche ora dopo, in Gissi di individuare e trarre in arresto il V.F. il quale si trovava ancora a bordo del motociclo rubato. Informato il P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Vasto, il V.F. veniva tratto in arresto ed associato alla Casa Circondariale e di Lavoro di Vasto. Il prevenuto dovrà rispondere di furto aggravato ed incendio doloso. Mentre il motociclo recuperato dai carabinieri veniva riconsegnato al legittimo proprietario”.

Redazione

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK