Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

L'ultimo saluto a Giuseppe e Silvia

Mercoledì i funerali celebrati da due comunità in lutto

| di Gianni Quagliarella
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Il giorno più lungo, quello del lutto collettivo. Due comunità unite, quelle di Scerni e Pollutri, per l’addio, oggi, a Giuseppe Pirocchi e Silvia D’Ercole, entrambi di 32 anni, morti il 1° Maggio, ingoiati dal fiume Orta, a Caramanico Terme, durante una gita.

Lutto cittadino nei due Comuni del Vastese in occasione dei funerali. Troppo piccola, la chiesetta di località San Giacomo a Scerni, per contenere l’abbraccio della folla alle famiglie delle vittime: "Adesso sono angeli", ha detto don Graziano Fabiani quasi accarezzando dall’altare il feretro di Giuseppe e Silvia, mentre il pensiero di tutti è andato agli ometti di casa, Alessandro e Roberto: nemmeno 14 anni in due, privati in un colpo solo di entrambi i genitori.

"Non saranno mai soli", promette il sindaco di Scerni, Alfonso Ottaviano, in fascia tricolore come Antonio Di Pietro, primo cittadino di Pollutri. Da qui veniva Giuseppe, innamoratosi di Silvia e pronto a tirar su il nido d’amore in contrada Bardella.

Escono i legni della coppia dopo il rito, volano in cielo i palloncini azzurri e bianchi: i carabinieri e i vigili urbani scattano sugli attenti. I familiari degli ometti di casa non hanno spazio e tempo per le lacrime: ci sono due bambini, adesso, da far crescere col sorriso, pensando a papà e mamma che son volati in cielo.

Gianni Quagliarella

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK