Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Loggia Amblingh, dissesto e timori: sollecitati nuovi controlli

Costone orientale della città sempre 'fragile', grido d'allarme e appello al Comune di Vasto

| di Nicola D'Adamo (NoiVastesi)
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Vogliamo lanciare un grido d’allarme per una questione molto seria in tema di dissesto geologico
Nel 2014, dopo alcuni smottamenti, è stato effettuato il consolidamento del costone nel tratto da piazza Marconi all’inizio della Loggia Amblingh
Il progetto, di un milione di euro finanziato da Ministero dell’Ambiente e Regione, prevedeva una soluzione con reti metalliche ancorate alle pareti dure del costone. Tecnica nota che garantisce la solidità del terreno con la successiva fase di rivegetazione. Sul lato di piazza Marconi la soluzione sicuramente funzionerà.

Sul primo tratto della Loggia (a scendere da piazza Marconi) invece sorgono forti dubbi.

La parete a strapiombo in arenaria ha la rete metallica, ma non vi può crescere nessuna vegetazione. Per cui acqua, neve e vento, giungono direttamente sulla parete e provocano continua erosione. Dalle immagini si capisce molto bene di cosa stiamo parlando. 

La parete è già sufficientemente erosa e bisogna intervenire con urgenzaLe case nel giro di qualche anno potrebbero venir giù!
Questo problema è di gran lunga superiore a quello del tratto immediatamente successivo vicino alla chiesetta della Madonna della Catena, a buon punto per la sua soluzione. 

Come cittadini, chiediamo ai competenti uffici comunali di intervenire con urgenza per i necessari controlli e poi decidere sul da farsi.
Copia di questa nota è stata protocollata ieri in Comune per il Sindaco.

Nicola D'Adamo (NoiVastesi)

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK