Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Casa Lavoro... al gelo, disagi per il personale in servizio alla struttura di Torre Sinello

Le organizzazioni sindacali di riferimento dei lavoratori di Polizia Penitenziaria ripuntano l'indice contro la direzione

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Tornano a denunciare le precarie condizioni nelle quali è costretto ad operare il personale di Polizia Penitenziaria in servizio alla Casa Lavoro di Torre Sinello di Vasto le organizzazioni sindacali di riferimento dei lavoratori (Sappe, Osapp, Fns Cisl e Cnpp).

Già a fine dicembre era stato proclamato lo stato di agitazione per i rapporti tesi con la direzione, ora, ad acuire i disagi, è arrivata anche l'emergenza neve

"Giungono forti lamentele - si legge in una nota - sulle condizioni degli ambienti di lavoro conseguenti al freddo intenso di questi giorni. Il personale lamenta di dover operare la sua delicata attività lavorativa al freddo e al gelo e, soprattutto, la situazione si acuisce ulteriormente nei turni notturni. Quanto lamentato è generato dal mancato funzionamento del riscaldamento per buona parte dei settori del piano terra dell’istituto".

Altra condizione negativa sottolineata quella relativa alla carenza di interventi al fine limitare le difficoltà di chi deve raggiungere l’istituto. "Infatti - si sottolinjea - il tratto di strada, che deve essere obbligatoriamente percorso per raggiungere l’istituto già di per sé in condizioni pietose a causa del manto stradale, conseguenti al susseguirsi di buche, viene reso ancora più insidioso dalla presenza del manto nevoso e ghiaccio".

Nel 'mirino' torna la direzione della Casa Lavoro, per via dell'"assenza di decisioni risolutive e/o preventive a tali problematiche da parte delle figure responsabili della struttura, il tutto a conferma delle denunce sin qui evidenziate che hanno generato la proclamazione dello stato di agitazione del personale di Polizia Penitenziaria.

Tanto premesso, considerato che il personale di Polizia Penitenziaria, così come tutti i dipendenti, non deve essere costretto ingiustamente a simili condizioni di lavoro, le scriventi, con la presente, auspicano un intervento del Provveditore regionale Cinzia Calandrino repentino ed incisivo verso l’attuale dirigenza affinché si prestino le giuste iniziative per la risoluzione delle problematiche segnalate, al fine di avere un’azione che renda accettabili le condizioni lavorative, almeno quando ci sono avvisi di allerta meteo".

Chiesta, infine, l'attenzione al prefetto Antonio Corona, quale ufficio territoriale di Governo, al "fine di far valutare se vi siano stati tutti gli interventi dovuti, circa la situazione emergenziale rappresentata dai lavoratori della Casa lavoro di Vasto, con particolare riferimento alle difficoltà conseguenti all’assenza di interventi circa la percorribilità regolare del tratto stradale che collega l’istituto".

redazione

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK