Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Rallentatori di velocità. Il pericolo aumenta piuttosto che diminuire in Via S. Leonardo e Via S. Lucia

Dissuasori di velocità riparati male o fortemente danneggiati

| di Martina Maria Elisabetta Fiore
| Categoria: Attualità
STAMPA

Su segnalazione del Presidente dell’Associazione Vasto Libera, Carlo Centorami, oltre che per ripetute esperienze dirette da parte della sottoscritta e, ahimè, di molta parte della popolazione vastese, pubblichiamo alcune informazioni e in allegato  foto di tratti di strada del tutto tralasciati la sicurezza per autisti e pedoni viene messa a rischio a causa di un ri assestamento non idoneo, e a volte mancante, del manto stradale e, nella fattispecie,dei Rallentatori di velocità che, così messi, possono peggiorare piuttosto che migliorare la situazione. I dossi anti-velocità, infatti, sono spesso usati per rallentare il traffico nei quartieri residenziali e la loro messa in opera come sicuramente sapranno gli addetti ai lavori, deve necessariamente rispondere a criteri e normative di legge esplicitate chiaramente dall’Art. 179 del Codice Stradale che cito:


Art. 179 (Art. 42 Cod. str.)
(Rallentatori di velocita')
1.Su tutte le strade, per tutta la lunghezza della carreggiata, ovvero per una o piu' corsie nel senso di marcia interessato, si possono adottare sistemi di rallentamento della velocita' costituiti da bande trasversali ad effetto ottico, acustico o vibratorio, ottenibili con opportuni mezzi di segnalamento
orizzontale o trattamento della superficie della pavimentazione. […]
4.Sulle strade dove vige un limite di velocita' inferiore o uguale ai 50 km/h si possono adottare dossi artificiali evidenziati mediante zebrature gialle e nere parallele alla direzione di marcia, di larghezza uguale sia per i segni che per gli intervalli (fig. II.474) visibili sia di giorno che di notte. [...]
6.I dossi artificiali possono essere posti in opera solo su strade residenziali, nei parchi pubblici e privati, nei residences, ecc.; possono essere installati in serie e devono essere presegnalati. Ne e' vietato l'impiego sulle strade che costituiscono itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per servizi di soccorso o di pronto intervento.  I dossi di cui al comma 4, sono costituiti da elementi in rilievo prefabbricati o da ondulazioni della pavimentazione a profilo convesso.[…]
8.I rallentatori di velocità prefabbricati devono esse fortemente ancorati alla pavimentazione, onde evitare spostamenti o distacchi dei singoli elementi o parte di essi, e devono essere facilmente rimovibili. La superficie superiore dei rallentatori sia prefabbricati che strutturali deve essere antisdrucciolevole. 
9.I dispositivi rallentatori di velocità prefabbricati devono essere approvati dal ministero dei Lavori pubblici - Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza stradale. Tutti i tipi di rallentatori sono posti in opera previa ordinanza dell'ente proprietario della strada che ne determina il tipo e la ubicazione.

 

La segnalazione vuole essere un invito per l’Amministrazione comunale e in particolare per chi si occupa in modo diretto delle problematiche relative al danneggiamento del manto stradale, al fine di sollecitare l’attenzione su un problema serio soprattutto per i risvolti negativi che potrebbe causare. Via S. Leonardo, così come Via S. Lucia sono strade pericolose e trafficate. Forse sarebbe bene guardare alle reali necessità della nostra città prima di investire su iniziative di altra natura e non giuridicamente obbligatorie, come nel caso di una corretta riparazione di manto stradale danneggiato.

 

 

 

Martina Maria Elisabetta Fiore

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK