Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Diabete, prevenzione e sensibilizzazione coi Lions Club vastesi

Tante le persone che hanno aderito alla campagna di screening

| di Luigi Spadaccini
| Categoria: Associazioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Il diabete è una malattia sempre più diffusa che affligge oltre 400 milioni di persone nel mondo con un trend in preoccupante crescita. In Italia si calcola che il 9,2% della popolazione ha difficoltà a mantenere sotto controllo la glicemia con ben 3 milioni di persone con diabete di tipo 2 diagnosticato e sotto terapia.

Numeri preoccupanti di fronte ai quali è sempre più importante il ruolo di una maggiore conoscenza e prevenzione della malattia, tant’è che il diabete è divenuto uno dei Global Service del Lions Club International. Un interesse che si concretizza nell’impegno profuso dai club di tutto il mondo per eventi che rispondano alle esigenze di sensibilizzazione e prevenzione, in particolare modo nella settimana in cui si celebra la Giornata mondiale del Diabete (14 novembre).

Un Service cui hanno aderito con forza anche i tre Lions Clubs istoniensi (Vasto Host, Vasto Adriatica Vittoria Colonna e Vasto New Century) che sabato mattina, con il supporto della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, dell’Istituto S. Francesco, della Croce Rossa Italiana e del Gruppo comunale di Protezione civile di Vasto hanno promosso una nuova iniziativa che ha ottenuto un ottimo riscontro.

L’evento, coordinato dai medici del Distretto sanitario di Vasto, Dr.ssa Mariarosaria Squadrone, diabetologa, Dr.ssa Elisabetta Straface, endocrinologa, Dr.ssa Maria Ulisse, dietista, e Dr. Francesco D’Adamio, medico di assistenza primaria, dalla Dr.ssa Silvana Di Santo, endocrinologa, e dalla Dr.ssa Maria Pia Smargiassi, geriatra presso l’Istituto S. Francesco, ha poggiato su due basi distinte e al contempo correlate.

Infatti, in primis, infermieri professionali hanno portato avanti una campagna di screening, cui hanno aderito quasi 200 persone, mediante la misurazione della glicemia e la somministrazione di un questionario capace di delineare un indice di rischio di contrarre la malattia. Uno screening che ha permesso anche di rilevare un caso di ipoglicemia in paziente sotto terapia che è stato immediatamente supportato dallo staff medico.

La seconda parte, invece, è stata incentrata sulla promozione di un corretto stile di vita per prevenire il diabete, in particolare puntando sull’attività fisica quale strumento preventivo della malattia e regolatore della glicemia. Grazie alla collaborazione con varie associazioni cittadine (Il sentiero del Qi, ASD Nordic Walking Vasto, ASD Atletica Vasto, Podistica Vasto, AVIS, FAI, CAI, Club per l’Unesco e altre) un centinaio di persone hanno mosso i loro passi veloci alla riscoperta dei panorami vastesi e della salubrità della camminata. Oltre 6,5 i chilometri percorsi tra andata e ritorno dalla suggestiva chiesa del patrono S. Michele alla terrazza sul mare della chiesetta di S. Nicola della Meta, lungo il percorso, unico in Abruzzo, inserito nella App ‘Città per camminare e della salute’.

Luigi Spadaccini

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK