Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Femminicidio... se questo è amore: il convegno a Vasto

L'appuntamento alla Società Operaia promosso dal direttivo cittadino di Forza Italia

| di redazione
| Categoria: Appuntamenti | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Il direttivo cittadino di Forza Italia ha organizzato per domenica 21 maggio, a partire dalle ore 18,30 presso la sala conferenze della Società Operaia di Mutuo Soccorso, un convegno sul tema del Femminicidio.

L'appuntamento è parte di una serie di iniziative del direttivo locale e si colloca all’interno di una più ampia sulla questione “sicurezza” su cui "abbiamo dato testimonianza - si legge in una nota del coordinamento cittadino - in un recente gazebo in piazza e impegno concreto in Consiglio comunale.

Per la realizzazione di questo convegno, grande merito va riconosciuto alle donne che fanno parte del direttivo cittadino: Annamaria Antenucci, responsabile FI donne, dott.ssa Daniela Di Salvo responsabile FI giovani, avv. Donatella Monaco vice coordinatrice e Stefania Saviello".

LA PRESENTAZIONE. “Il convegno sul femminicidio è stato pensato e organizzato dalle Donne di Forza Italia di Vasto, perché è un male oscuro, una piaga della nostra società – dice l’avv. Donatella Monaco -  che va combattuta ed estirpata. Anche la nostra città ha conosciuto il femminicidio e di recente, ad Ortona, abbiamo assistito ad un duplice efferato omicidio: due donne, Letizia Primiterra e Laura Pezzella, sono state uccise per mano di un uomo. Ogni anno, in Italia, oltre 100 donne vengono uccise da uomini, quasi sempre quelli che sostengono di amarle: da qui il titolo del convegno 'Se questo è amore', perché non è amore cio’ che si manifesta attraverso la violenza, il potere e il controllo fisico e psicologico della propria compagna, partner o ex moglie.

E’ la mancanza del riconoscimento della libertà e della autoderminazione della donna, retaggio di un vecchio sistema culturale patriarcale a spingere gli uomini a usare la violenza e l’abuso di potere. E' una vera e propria strage. E ai femminicidi si aggiungono poi violenze che sfuggono ai dati ma che, se non fermate in tempo, rischiano di fare tante altre vittime. Sono migliaia le donne aggredite, picchiate, perseguitate, sfregiate. Quasi 7 milioni, secondo i dati Istat, quelle che nel corso della propria vita hanno subito una forma di abuso. Nel 2016 se ne sono contate 120. E dal primo gennaio 2017 a oggi sarebbero almeno oltre 20 le donne uccise: una media di una vittima ogni tre giorni.

Il convegno, inoltre, vuole offrire alle donne alcuni strumenti e suggerimenti utili per fare prevenzione e per curare le conseguenze delle violenze subite, che verranno illustrati  dalla criminologa dott.ssa Monica Di Sante e per la conoscenza delle nuove forme di violenza che corrono sul web e sui social: le truffe sentimentali, il bomberismo, il revenge porn ed altri fenomeni tutti ancora poco conosciuti, ma altrettanto pericolosi. Il senatore Paola Pelino – continua l’avv. Monaco –, Segretario per la Commissione d’Inchiesta per il femminicidio e la violenza di genere, ci illustrerà le iniziative parlamentari e gli strumenti legislativi opportuni per contrastare il femminicidio e le conseguenze indirette del fenomeno, rispetto al cospicuo numero di figli minori, che restano orfani e che necessitano di una adeguata tutela giuridica ed economica”.

"Nelle recenti elezioni comunali - sottolinea il coordinatore cittadino Massimiliano Zocaro - Forza Italia Vasto ha candidato 12 donne e ha come obiettivo di includerle sotto ogni aspetto nella attività politica e sociale del partito. Come avvenuto per la giovanissima dott.ssa Daniela Di Salvo, di recente inserita, per merito e apporto di nuove idee, nel coordinamento cittadino". 

LA POLEMICA di VERONICA VENTRELLA. Apprendo ancora una volta dalla stampa e dai vari manifesti affissi a Vasto dal sedicente gruppo di lavoro di Forza Italia che è stato nuovamente disatteso il ruolo del coordinatore cittadino del movimento giovanile di Forza Italia.

Nonostante i molteplici inviti da parte dei coordinatori provinciali e regionali del movimento a cambiare dicitura nel riferirsi a persone che non ricoprono tale ruolo, si è messo ancora una volta in dubbio il rispetto per chi ad oggi ha una nomina ufficiale riconosciuta dal partito, nonché il rispetto per tutte le persone che credono in me e mi sostengono.

Vorrei ricordare al gruppo autoreferenziale di Vasto che a oggi non c'è stato nessun congresso cittadino che abbia legittimato le loro nomine arbitrarie, in secondo luogo che pur essendo il loro un gruppo di lavoro è tenuto ad attenersi alle regole del partito e alle nomine ufficiali, inoltre che considerato lo scopo del convegno da loro organizzato sul femminicidio, di non disattendere loro stessi il principio del rispetto delle donne, visto che ancora una volta non hanno mostrato alcun rispetto per me nel ruolo di donna coordinatrice cittadina e nessun rispetto per tutto il Movimento di Forza Italia Giovani.

(Veronica Ventrella, coordinatrice cittadina Forza Italia Giovani)
                                  

redazione

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK