Rimani sempre aggiornato sulle notizie di histonium.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

1967-2007, AVIS VASTO: 40 ANNI DI AMORE

Celebrazioni in città per la sentita ricorrenza

| di a cura della redazione
| Categoria: Storia
STAMPA
Nemmeno la pioggia, caduta abbondantemente, è riuscita a rovinare, domenica 7 ottobre, la grande festa che i dirigenti dell'Avis di Vasto hanno voluto organizzare per solennizzare i 40 anni di presenza e di attività in città. Una festa molto sentita dai tantissimi donatori che Vasto vanta di avere, i quali hanno reso questa sezione tra le più importanti a livello regionale. Il raduno delle tantissime delegazioni intervenute anche da Lazio, Marche, Molise e Puglia, ha avuto luogo presso la residenza municipale di Vasto da dove il corteo si è mosso per raggiungere la vicina chiesa del Carmine, lo splendido sacro tempio da poco riaperto al culto, dove il parroco della Cattedrale di San Giuseppe, don Giovanni Pellicciotti, ha celebrato una Santa Messa. Nel corso dell'omelia il celebrante ha esaltato lo spirito dei soci avisini ed ha paragonato il sangue donato per salvare vite umane a quello versato da Cristo sulla croce. Al termine, un corteo, aperto dal Gonfalone della Città del Vasto e seguito da oltre 80 labari in rappresentanza di altrettante sezioni Avis, ha raggiunto la vicina piazza Caprioli dove il presidente Filippo Menna, il presidente regionale Avis Pasquale Colamartino ed il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Forte, hanno deposto una corona di alloro portata dagli Scout.

Successivamente, il corteo ha raggiunto, sfilando per le strade del centro storico vastese, il Politeama Ruzzi dove ha avuto luogo la cerimonia commemorativa. Il presidente della sezione Avis cittadina, Filippo Menna, visibilmente commosso, ha ricordato le tappe dell'Avis di Vasto e quanti, nel corso di 40 anni, l'hanno resa grande. A nome dell'intera città ha parlato il sindaco Luciano Lapenna, il quale, nel compiacersi con i dirigenti ed i soci dell'Avis per l'attività portata avanti con impegno e dedizione, ha messo in risalto la solidarietà che primeggia tra i valori più importanti di questo sodalizio. Da parte sua il dottor Pasquale Colamartino, già presidente internazionale dei donatori di sangue e direttore del Centro Trasfusionale dell'ospedale ''San Pio'', ha posto in rilievo gli sforzi compiuti da quanti, da anni, si battono per divulgare, soprattutto in mezzo ai giovani, il gesto della donazione del sangue. Ha fatto quindi seguito la cerimonia di consegna delle benemerenze. Un'artistica targa d'argento, con medaglia d'oro, è stata consegnata a Pasquale Colamartino mentre una medaglia d'oro al merito è stata consegnata al commendator Silvio Petroro. Tra i premiati Lelio Barbieri, primo presidente Avis della città, e gli ex presidenti della sezione cittadina avisina Ernesto Baiocco e Michele Spadaccini. Nella circostanza sono stati ricordati Eugenio D'Alberto e gli altri soci dell'Avis che non sono più tra noi. Ha fatto seguito la consegna degli attestati di benemerenza e del distintivo dell'Avis a circa 1.300 soci che periodicamente, con il loro gesto, semplice ma di grande umanità, danno lustro all'intero movimento avisino e, soprattutto, risultando utilissimi per le finalità sanitarie e di cura che derivano (FOTOSERVIZIO A CURA DI GINO BRACCIALE).

a cura della redazione

Contatti

redazione@histonium.net
tel. 0873.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK